• Dott. Paolo Del Gallo

    Oculista e Chirurgia Estetica
  • Onestà e Professionalità

  • La prevenzione è importante

  • Diagnostica OTC di nuova generazione ad altissima risoluzione

  • Novità: studio dello strato delle cellule gaglionari

prev next

Nuovo studio sull’efficacia della procedura Crosslinking (CXL) “EPI-ON” o transepiteliale

E' stato appena pubblicato sulla rivista internazionale "European Journal of Cataract and Refractive Surgery" il risultato di uno studio durato due anni sulla procedura del crosslinking (CXL) trans-epiteliale nei pazienti con cheratocono. In questo studio si è dimostrato che questa procedura chirurgica non riesce a stabilizzare il cheratocono sia nel medio che nel lungo termine specie nei pazienti più giovani e con una forma di malattia più aggressiva. La percentuale dei ritrattamenti necessari nel gruppo di pazienti studiati era del 19% dopo un follow-up medio di 24 mesi. Inoltre, la percentuale di ritrattamento necessaria nel gruppo di pazienti in età pediatrica era del 50% dopo 18 mesi a causa di un peggioramento importante sia dei parametri clinici che strumentali (topografia, pachimetria O.C.T., aberrometria). L'efficacia limitata della procedura trans-epiteliale era dimostrata anche dal miglioramento funzionale trascurabile se confrontato con quello della procedura "epi-off" (dopo rimozione dell'epitelio corneale) e dal peggioramento di tutti i parametri nei pazienti di età compresa tra i 19 ed i 26 anni. Sebbene questo studio sia stato eseguito su una popolazione piccola di pazienti, i risultati dimostrano la limitata efficacia del CXL trans-epiteliale in termini di durata della stabilità del trattamento e del risultato funzionale. Gli autori concludono dicendo che si rende necessario un ulteriore studio di maggiore durata e con una popolazione di pazienti più ampia suddivisi per età e più omogenei per quanto riguarda la loro età e lo stadio del cheratocono al momento del loro arruolamento per lo studio per valutare i risultati a lungo termine e le indicazioni del CXL "epi-on". Comunque, gli Autori concludono affermando che la tecnica "epi-on" del crosslinking dovrebbe essere limitata alle cornee sottili (< 400 micron) ed a pazienti adulti con un cheratocono lentamente progressivo.

News